L'orda - Quando gli albanesi eravamo noi

    Condividere
    avatar
    DarkAngel
    Moderatore Globale

    Femminile Numero di messaggi : 255
    Età : 25
    Localizzazione : Brescia
    Occupazione : Studentessa
    Umore : Mha. Strano.
    Nick di KingsAge : Nickname in uso su KingsAge.
    Data d'iscrizione : 08.12.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti:

    L'orda - Quando gli albanesi eravamo noi

    Messaggio Da DarkAngel il Mar Nov 11, 2008 11:30 pm

    L'ORDA, QUANDO GLI ALBANESI ERAVAMO NOI
    Di Antonio Stella

    Quando gli "albanesi" eravamo noi, espatriavamo illegalmente a centinaia di migliaia, ci linciavano come ladri di posti di lavoro, ci accusavano di essere tutti mafiosi e criminali. Quando gli "albanesi" eravamo noi, vendevamo i nostri bambini agli orchi girovaghi, gestivamo la tratta delle bianche, seminavamo il terrore anarchico ammazzando capi di stato e poveri passanti ed eravamo così sporchi che ci era interdetta la sala d'aspetto di terza classe. Quando gli "albanesi" eravamo noi, ci pesavano addosso secoli di fame, ignoranza, stereotipi infamanti. Quando gli "albanesi" eravamo noi, era solo ieri.
    In questa ricostruzione di Gian Antonio Stella, (ampliata e aggiornata rispetto alla prima edizione del 2002), ricca di fatti, personaggi, avventure, documenti, aneddoti, storie ignote, ridicole o sconvolgenti, c'è finalmente l'altra faccia della grande emigrazione italiana. Quella che meglio dovremmo conoscere proprio per capire, rispettare e amare ancora di più i nostri nonni, padri, madri e sorelle che partirono. Quella che abbiamo rimosso solo per ricordare "gli zii d'America" arricchiti e vincenti.
    Una scelta fatta per raccontare a noi stessi, in questi anni di confronti con le "orde" di immigrati in Italia e di montante xenofobia, che quando eravamo noi gli immigrati degli altri, eravamo "diversi". Eravamo più amati. Eravamo "migliori". Non è esattamente così.



    Ho letto questo libro, molto interessante.
    Non immaginiamo neanche cosa l'America o la Francia pensavano di noi. E non mille anni fa. Parliamo di un periodo che va dal 1880 al 1970 circa.
    Linciaggi a tutto spiano... bambini venduti e costretti a lavorare davanti ad un forno a petto nudo...
    E certe teorie... le più ridicole sono:
    - L'Italiano con le orecchie a sventola è CERTAMENTE un assassino.
    - Tutti gli Italiano nati sotto il 45 parallelo sono criminali.
    O_O

    Se vi interessa vi riporto qualche frase che mi ha colpito.
    Vi consiglio per approfondire di visitare questo sito: http://rcslibri.corriere.it/rizzoli/stella/libri/orda2003.spm


    Ditemi Che ne pensate. =)

      La data/ora di oggi è Mar Gen 23, 2018 6:38 am